mercoledì 14 febbraio 2007

AUGURI a … RAVEO!

Nel leggere le cronache di questi ultimi giorni, qualcuno dei lettori di questo “blog” si sarà chiesto dove aveva già sentito nominare il paesino (qualcuno lo ha definito, nella stampa, “villaggio remoto”) di Raveo, il luogo diventato famoso per l’arresto del “brigatista rosso” Davanzo.

Non sforzatevi troppo! L’avete letto su questo “blog” (vedere i “post” del 2006 elencati più sotto) ed anche nel mio sito, dove c’è una sezione dedicata .

Purtroppo, in questi giorni, Raveo (489 abitanti –compresa la frazione- dicono su Wikipedia ), in Carnia, è diventato famoso, perché lì si nascondeva il Davanzo. E dico “purtroppo” perché i suoi abitanti sono rimasti “shockati” dell’accaduto e passerà, senz’altro, parecchio tempo prima che tutto sia metabolizzato e, quindi, passato fra i ricordi, nella storia del paese.

Conosco bene Raveo ed i suoi abitanti, e questo non da ieri o dall’altro ieri, ma da oltre quarant’anni; perciò mi sento quasi obbligato a sostenere che un fatto così “negativo” non se lo meritava. I suoi abitanti, come la gran parte dei carnici e degli abitanti di montagna in genere, sono inizialmente schivi, ma pronti e disponibili a dare una mano, se necessario, anche a chi non è del paese. Ovviamente, in questo caso, tutta la comunità, anche se il Davanzo era lì da poco tempo ed ai più risultava un perfetto sconosciuto, si sente tradita.

“ … Lo specchio dell'anima di Raveo è andato in mille pezzi ed in questo momento di smarrimento, un po’ ci si lecca le ferite, amareggiati per non esserci accorti di nulla. …”. Così mi scrive un’abitante, attenta osservatrice di quanto accade nel suo paese, che, in questa frase, sintetizza egregiamente lo stato d’animo della comunità.

Tornerò presto a Raveo, ma, nel frattempo, voglio augurare, a tutti gli abitanti, di poter lasciare ancora aperta la porta quando escono da casa.

_______________

Altri “post” su Raveo

http://sp1938.blogspot.com/2006/09/raveo-prima-puntata.html

http://sp1938.blogspot.com/2006/09/raveo-breve-cronistoria-della.html

http://sp1938.blogspot.com/2006/10/raveo-cava-di-gesso-seconda-puntata.html

1 commento:

Romina ha detto...

Brutta esperienza, in casi del genere ci si sente davvero traditi. E si rischia di diventare diffidenti.
Dovrà trascorrere po' di tempo prima che il paese ritrovi la serenità.