lunedì 26 novembre 2007

“…la situazione internazionale non è buona … “

“… la situazione internazionale non è buona …. Questo un verso della canzone che Adriano Celentano ha cantato, questa sera, pochi minuti fa.
Durante l’esecuzione, proprio in questo momento, venivano visualizzati dei “flash” delle proteste dei monaci nella ex Birmania e le conseguenti repressioni.
È proprio vero, anche in relazione a quanto succede in quella terra, e che ho già trattato in due post precedenti (vedi qui ed anche qui ), la situazione lì non è per niente buona.
Ma se ci guardiamo attorno, in molte altre parti del pianeta, anche lì … la situazione non è buona.
Non volendo dimenticare qualche luogo, anche perché sarebbero troppi, appositamente ne citerò solo due, con fatti proprio di questi giorni, dove la situazione direi che è quasi analoga.
Che ne dite di quello che sta succedendo in Russia, dove Putin, l’”amico di S.B.”, fa arrestare i suoi oppositori? (Clicca qui).
Ma anche in Tibet, invaso ed incorporato dai cinesi nel 1950, i tibetani rimasti non possono più neppure esprimere le proprie idee di libertà. È proprio di questi giorni la notizia di un pastore di quel paese condannato ad otto anni di carcere per aver gridato “Lunga vita al Dalai Lama” (clicca qui per la notizia) (per altre notizie sul Tibet, clicca qui).
È vero, … la situazione internazionale non è buona!

2 commenti:

silvia ha detto...

La situazione internazionale non è per niente buona!! E quel che è ancor più triste è che sappiamo un miliardesimo di ciò che accade!! :-(

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sono contento che anche tu abbia parlato del Tibet.

E' una realtà che pochi ricordano.

Anche da me, nel mio ultimo post, ne ho scritto.

E come potevo esimermi avendo come simbolo del mio blog dal primo giorno la bandiera del Tibet sventolante?

Ciao Sergio
Daniele