lunedì 14 gennaio 2008

Sono allibito (2)

Ieri pubblicavo un post dal titolo "Sono allibito".
Infatti avevo letto la notizia del ritrovamento di un documento interno della Tyssen di Torino, l'acciaieria nella quale il 6 dicembre scorso era scoppiato l'incendio che ha procurato sette morti.
La notizia era pubblicata solo su Corriere.it e non avevo trovato riscontro in altre testate.
Oggi non si trova più neppure sulla "home page" di Corriere.it, nemmeno fra le notizie in carattere "mignon", quelle dei giorni precedenti.
Comunque mi sembra molto strano che una notizia del genere non rimbalzi sui "media" nostrani, o, forse, c'è poco da stupirsi: contano senz'altro di più le notizie sugli amori dei "vip" e cose simili!
Ma non demordo e, allora, ho cercato su altre testate "on line" e ho trovato riscontro su LaStampa.it, il giornale di Torino, però molto in piccolo, ed anche su "Articolo 21".
Si leggono cose ancora più strabilianti di quelle pubblicate ieri su Corriere.it!
Ora, l'unico superstite, che ha il torto di essere sopravvissuto, secondo questo rapporto-documento dovrà essere "redarguito" (come?) per aver raccontato quello che aveva visto e quello che aveva provato.
Non so se altri blog ne parlino ed anche questo mi conferma che abbiamo la memoria corta. E, invece, è necessario continuare a ribadire che tutto ciò che è storto va raddrizzato! E cosa c'è di più storto dell'elevato numero di incidenti e di morti sul lavoro?

Leggete qui e qui le gli articoli dei quali accennavo sopra.

Spero che qualche altro blogger mi segua!

3 commenti:

Romina ha detto...

Ne abbiamo parlato in due. Che dire? Speriamo nell'inchiesta della magistratura. Intanto reprimo il profondo senso di disgusto che provo.

Frank57 ha detto...

Allora siamo in tre. Ho postato la notizia il 14 gennaio nel blog vivamarcotravaglio.splinder.com al primo posto, nel consueto spazio "verde". La gravissima informazione era pubblicata, ovviamente, anche sull'edizione cartacea del Corriere della sera. Io, per praticità, l'ho presa dal sito rainews24.
Mi pare che il Tg3 abbia dedicato un servizio.
Di certo il silenzio generalizzato è assordante e la Thyssen dovrebbe tacere, come minimo, per decoro. Multinazionali senza vergogna.
Continuiamo a vigilare.
Ciao, Sergio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Beh almeno la seconda è una lieta notizia.

Sulla prima oramai sono così allibito anche io che non ho più parole.

Ciao
Daniele