domenica 21 marzo 2010

Attenzione, riprendono le "bufale"!

Ci risiamo! Era un po' che non mi arrivavano mail contenenti appelli a far girare una richiesta di aiuto per un bambino colpito da qualche forma di malattia grave. 
Il far girare questa mail, replicandola, secondo il testo procurerebbe dei soldi, per ogni mail spedita, e questo per merito di qualche multinazionale dell'informatica. 
Cose da pazzi! 
Non esistono multinazionali così caritatevoli e non esiste alcun programma che conti quel particolare tipo di mail. 
In particolare quella che sta girando in questi giorni in Italia riguarda la figlia di un maresciallo della finanza dal cognome stranamente comunissimo di ... "Bianchi". 
L'appello, poi, è lo stesso che gira -ormai da parecchi anni- in Europa ed il testo è la traduzione con ovvia  modifica dei nomi, sia dell'"ammalato" che dei centri diagnostici.
Per saperne di più cliccate qui e, vi raccomando, se ricevete mail simili, non ritrasmettetele e, anzi, informate che si tratta di una "bufala"

6 commenti:

emilia ha detto...

L'amico venessianissimo Sergio ha un bacaro preferito? :) e che mi dice dell'ombra? Perché si dice ombra? C'entra il sole?

Toni ha detto...

Gazie Sergio !
Proprio poco fa guardavo in TV un programma che parlava di una delle tante truffe perpetrate dai soliti guru. Si tratta di persone intelligentissime, che conoscono il mondo e sanno come approfittare della dabbenaggine della gente. Quando la furbizia incontra l'ingenuità ( o stupidità) i risultati sono sempre disastrosi. . . specialmente in politica.

Sergio ha detto...

@Toni: però c'è un proverbio che dice: "Il mondo è dei furbi".

stella ha detto...

Non ci casco più.
Comunque grazie Sergio.

Sergio ha detto...

@Stella: eppure, se arrivano vuol dire che c'è sempre qualcuno che ci casca!!!

Aliza ha detto...

davvero quando promettono soldi molti ci cascano, bella e utile segnalazione, ciao A