mercoledì 24 settembre 2008

Sculture in equilibrio

Su Corriere.it c’è un servizio dove ti raccontano che per vedere delle “sculture”, che non sono altro che pietre in equilibrio, bisogna andare sulla spiaggia di San Francisco – California – USA dove un artista mette una sull’altra delle pietre e, in questo modo, assumono delle vaghe forme antropomorfe. Qualcuno, sempre negli Usa, non ci crede che le pietre siano solamente appoggiate e credono, invece, che venga usato un potente collante. Per articolo e foto, clicca qui. Però, posso assicurarvi che, per vedere opere simili a queste, non è necessario scavalcare l’oceano e tutti gli “States”; basta recarsi nella zona di montagna del Friuli, in Carnia, dove, proprio quest’estate, alcune artiste hanno effettuato la stessa cosa sui greti di alcuni torrenti. Da quanto letto sui giornali locali questa forma di arte si chiama “Naturart” ed ha la caratteristica di non essere perenne, ma caduca. Infatti col passare dei giorni, ma può trattarsi anche di qualche settimana, tutto ritorna come prima per l’opera naturale del vento e delle piene. Ma non solo artiste donne hanno fatto questo. Vicino al paese di Raveo, sul torrente Chiarsò, un artista uomo ha messo pietra su pietra ed il risultato lo potete vedere nelle fotografie che seguono (scattate da me) e vi assicuro che non è stato usato alcun tipo di colla.

N.B. – Il cane che appare in una foto non è una …scultura!



7 commenti:

alfie ha detto...

ci vuole paziena...

stella ha detto...

Belle foto e belle descrizioni,sergio.
Vieni a ritirare il premio da me.

Aliza ha detto...

belle le foto e affascinante questa forma d'arte, mi piace l'idea che con il tempo tutto torna come prima. Molto bello quando l'uomo vive, crea, rispettando la natura. Senza avere la pretesa di lasciare una traccia definitiva. Grazie Sergio, bel post, ciao A.

Sergio ha detto...

@Alfie: hai ragione.

@Stella: grazie e ... grazie.

@Aliza: il bello è che solo la fotografia può documentare il momento; dopo, magari solo con una pioggia intensa, tutto viene ripristinato come vuole la natura.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Davvero emozionante questa Naturart.

Grazie
Daniele

Sergio ha detto...

@daniele: Forse è bene non emozionarsi troppo altrimenti trema la mano e ... le pietre cadono!!!

Carmine Volpe ha detto...

si può cercare meglio vicino quello che pnsiamo trovare lontano, grazie del consiglio