martedì 23 settembre 2008

Ladrocinio

Sono sempre più convinto che l’evasione fiscale è un furto con l’aggravante che si compie a spese della collettività onesta.

Due giorni fa, non ricordo più come, sono capitato nel sito Contribuenti.it dove ho trovato i risultati di una ricerca effettuata da questa associazione, che si riassume nell’articolo sottostante:

20/09/2008 - Evasione, Contribuenti.it denuncia:record da 300 miliardi annui. Come imposte dirette sottratti all'erario 115 miliardi

ROMA, 20 SETTEMBRE (Apcom) - Il nuovo 'allarme evasione' arriva da Contribuenti.it: l'imponibile evaso in Italia è di circa 300 miliardi di euro l'anno, in termini di imposte dirette sottratte all'erario siamo nell'ordine dei 115 miliardi di euro.

È questa la stima calcolata elaborando dati ministeriali e dell'Istat da 'Krls Network of Business Ethics per conto di Contribuenti.it, l'Associazione contribuenti italiani.

Cinque sono le aree di evasione fiscale analizzate: l'economia sommersa, l'economia criminale, l'evasione delle società di capitali, l'evasione delle big company e quella dei lavoratori autonomi e piccole imprese.

Secondo i risultati dell'indagine l'economia sommersa sottrae al fisco italiano un imponibile di circa 105 miliardi di euro l'anno. L'esercito di lavoratori in nero è composto da circa 2 milioni. Di questi 800mila sono lavoratori dipendenti che fanno il secondo o il terzo lavoro: si stima un'evasione d'imposta pari a 25 miliardi di euro.

Il secondo capitolo dell'indagine riguarda l'economia criminale realizzata dalle grandi organizzazioni mafiose che, in almeno tre regioni del Mezzogiorno, controllano buona parte del territorio: si stima che il giro di affari non "contabilizzati" si attesti sui 120 miliardi di euro l'anno con un'imposta evasa di 40 miliardi di euro.

La terza area analizzata è quella composta dalle società di capitali, escluso le grandi imprese: secondo i dati del ministero dell'Economia e delle Finanze, il 78% circa delle società di capitali italiane dichiara redditi negativi (52%) o meno di 10mila euro (26%).

In pratica - sottolinea Contribuetni.it - su un totale di circa 800mila società di capitali il 78% non versa quanto dovuto di imposte dirette, e si stima quindi un'evasione fiscale attorno ai 15 miliardi di euro l'anno.

La quarta area di analisi è quella composta dalle big company: una su tre – denuncia l'associazione - chiude il bilancio in perdita e non paga le tasse, inoltre il 92% delle big company abusano del 'transfer pricing' per spostare costi e ricavi tra le societa' del gruppo trasferendo fittiziamente la tassazione nei paesi dove di fatto non vi sono controlli fiscali sottraendo al fisco italiano 27 miliardi di euro.

Infine c'è l'evasione dei lavoratori autonomi e delle piccole imprese dovuta alla mancata emissione di scontrini, di ricevute e di fatture fiscali che - secondo l'indagine - sottrae all'erario circa 8 miliardi di euro l'anno.

"Di fronte ad un fenomeno così diffuso - afferma Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it - bisogna riformare la macchina dell'amministrazione finanziaria, puntare su interventi congiunti di tax compliance, incentivare i controlli da parte della guardia di finanza ed estendere gli studi di settore a tutte le imprese".

FONTE: Apcom

Il link a questo articolo è il seguente http://www.contribuenti.it/news/view.asp?id=2674 e questa informazione solo per dimostrarvi che non è una mia invenzione.

Quando leggo queste notizie, e non è la prima volta, non vi dico quello che provo, tanto penso che ve lo immaginiate.

Comunque mi sento … umiliato!

Pensate, inoltre, che, proprio in questi giorni, ho iniziato la lettura del libro di G.A.Stella e S.Rizzo “La deriva” e, ad umiliazione si somma umiliazione. Sarei tentato di non andare avanti nella lettura, per non deprimermi, ma la curiosità è tanta: voglio sapere fino a quali abiezione, viltà, bassezza morale, meschinità e degradazione giungono certi italiani.

E pensare che l’esempio ci viene dall’alto!

Spero, domani, di trovare qualche notizia di tono diverso.

8 commenti:

stella ha detto...

Sì sergio,notizie diverse,ne abbiamo bisogno.

Romina ha detto...

Non credo che la situazione cambierà.

Sergio ha detto...

@Stella: l'unica è ... sperare.

@Romina: sono scettico anch'io, però ... lasciami sperare!

Toni ha detto...

Tante cose si imparano durante la "naia". In quell'ambiente ruba il soldato ed il caporale lo lascia fare, perché ruba anche lui.Ma il sergente lo lascia fare, perché ruba anche lui. Ed il maresciallo, il tenente, il capitano. . . tutti si voltano da un'altra parte, perché rubano anche loro. Su, su, fino ai generali a una, due, tre stelle. Che rubi anche il Ministro?

Sergio ha detto...

@Toni: io non sarei così catastrofico!
Fra il soldato ed il generale c'era, almeno ai miei tempi, qualcuno che faceva il suo dovere, non sfruttava alcuna posizione e, soprattutto, non rubava!

Toni ha detto...

"Tenente" Sergio, mi aspettavo questa risposta e logicamente devo dirti: "Presenti (e tanti altri) esclusi". Ma personalmente conoscevo marescialli, un paio di capitani ed un maggiore, che si sono fatti delle belle ville a spese dell'esercito. Un generale una trentina di anni fa mandava addirittura un elicottero a prelevare i porcini, che alcuni soldati si affrettavano a cercare, mentre i loro commilitoni continuavano a rompersi la schiena per allargare la strada militare (ora statale) che porta a Casera Razzo. E siccome non erano dei bravi "porcinari", finivano con l'acquistare i funghi dal fruttivendolo, e usavano la camionetta per andare a spasso per il Cadore.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Guarda ti do una notizia in anteprima.

Sono così schifati tutti di questa evasione fiscale che anche il tanto vituperato Governo Berlusconi ha detto che ora si porrà un freno serio a questo malcostume

Hanno già pronta una legge o anche detta Lodo Tremonti dove si stabilirà che i redditi superiori ai 500.000 euro non pagheranno più le tasse.

Ovviamente ci saranno controlli severissimi per chi cercherà di gonfiare il proprio reddito in modo fittizio! Sic...

Ovviamente non è vero ma chissà... sic....

Sergio ha detto...

@Daniele: ... che scherzi da prete!