mercoledì 10 dicembre 2008

Acqua alta a Venezia

Questo è il grafico prodotto dal "Centro previsioni maree" del Comune di Venezia prodotto alle ore 18,00 di oggi.
Come si evince, già questa sera ci sarà un massimo di cm.120 (sul livello medio del mare) il che vuol dire che non si potrà camminare per la città senza stivali perché molte zone saranno allagate. Domani mattina la previsione è di cm.140 e buona parte di Venezia sarà sotto acqua: anche gli stivali all'altezza del ginocchio non saranno più sufficienti e sarà necessario usare quelli più alti (alla coscia).
Chi può restarsene a casa non ha alcun problema, sempre che abbia di che mangiare. Se invece bisogna andare a lavorare, è necessario attrezzarsi. I più colpiti sono coloro che praticano un'attività commerciale che, comunque, dovrebbero aver già posto la merce a quote più alte.
Ma c'è anche chi vuole guadagnarci: l'altro giorno (1/12), quando l'acqua ha raggiunto 157 centimetri, c'era chi -per strada- vendeva stivali di gomma a prezzi iperbolici! Sono stati raggiunti anche 95 euro per un paio di stivali di gomma alla coscia!
Ora anche gli alberghi cercano "l'affare" ed offrono pacchetti per turisti a prezzi speciali, proprio nei giorni di alta marea, compresi anche gli stivali!

Per le previsioni aggiornate collegarsi con il sito del Comune di Venezia

Aggiornamento del 12/12 alle ore 0,20
Sono tornato a casa da mezz'ora ed ho dovuto usare gli stivali.
Comunque quest'oggi è andata meglio di quanto previsto: invece dei 140 cm. previsti per la mattina dell'11 ce ne sono stati 108; alle 23,00 dell'11/12 erano previsti 130 cm. e, invece, siamo arrivati "solo " a 116.
Il vento ha girato e, quindi, la situazione meteorologica è lievemente migliorata.
Da domani, anche per la combinazione della marea astronomica, si dovrebbe andare verso un graduale miglioramento e, quindi, verso la normalità.

10 commenti:

corobi ha detto...

Ma la percentuale di turisti rimane sempre così alta anche in queste giornate ?

Sergio ha detto...

@corobi: siamo in "stagione morta", però i turisti arrivano sempre. Attualmente sono presenti parecchi stranieri: te ne accorgi per strada.

Luigi ha detto...

Purtroppo c'è sempre chi specula su qualsiasi cosa. Anche gli stivali per l'acqua alta fanno al caso.

Mi ricordo che io trascorsi alcuni giorni a Venezia durante il periodo del servizio militare, d'inverno. Per me che venivo dagli appennini, fu un'esperienza stranissima dormire sentendo il rumore dell'acqua sotto la finestra. Ne fui turbato e ammetto che ebbi paura.

Venezia è una città magica e bellissima. Ma dev'essere dura sopportare l'invasione dei turisti.
Saluti!

Romina ha detto...

Mi auguro che tutto questo finisca quanto prima, perché è un forte disagio.

sirio ha detto...

Ciao sergio, c'è un invito per te sul mio blog.

Speriamo veramente che migliori,qui a Torino due giorni fa i marciapiedi erano impraticabili per la neve,c'è voluta la pioggia (e meno male) per riportare tutto alla normalità.

Buona serata!

stella ha detto...

Caro sergio,quanto ti penso...

Passa da me.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ho letto il tuo aggiornamento. Spero che si sia avverato il miglioramento previsto.

Giovanni Greco ha detto...

Spero che questi giorni possano portare a tutti noi, ma sopratutto ai potenti della terra, pace e serenità. BUONE FESTE!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Spero che tu stia bene e ti stia godendo un felice Natale!!!

Auguri sinceri a te ed ai tuoi cari Sergio!!!!
Daniele

Toni ha detto...

Come mai non si vede più un tuo post?