lunedì 17 marzo 2008

Che strano!

Solo su un giornale, “il Venezia”, uno di quei quotidiani cosiddetti “di cortesia” che non ti costano un centesimo e che trovi nei diversi negozi, viene pubblicato quest’oggi che i conti aperti in Liechtenstein da italiani sono 415.

Non ci sono ancora i nomi, però qualche indiscrezione è saltata fuori.

Intanto si apprende che sui 415 evasori, circa 100 sono “lumbard”, 30 “romani”, nessun meridionale e, udite, udite, ben 220 (quasi il 50%) sono del “mitico” Nord-Est! Il nordest degli “imprenditori virtuosi”, almeno come li considerano i leghisti ed i “liberali” (per modo di dire) rappresentati da Berlusconi, quello che, ricordate?, invitava ad evadere!

Veneti e friulani, questi che hanno esportato i loro capitali (chissà come li hanno guadagnati) che, magari si ritengono superiori agli altri, ai napoletani, quelli che sono pieni di “mondezza”!

L’unico nome noto fra i politici è quello di un parlamentare “forzista”, Luigi Grillo, già implicato su una scalata bancaria.

Gli altri nomi ancora non ci sono, però, si parla di un mobiliere veneto il cui conto in Liechtenstein era, anzi è, di 900 miliardi di vecchie lire!

Altri giornali, oggi, non pubblicano alcunché. Che strano!

Clicca qui per leggere il servizio.

____________________________

AGGIORNAMENTO del 18.32008 ore 9,45

Ed ecco i primi nomi (da Corriere.it del 18.3.2008)

Luigi Grillo – parlamentare di Forza Italia grande amico dell'ex governatore di Bankitalia Antonio Fazio e del suo banchiere preferito Gianpiero Fiorani

Vito Bonsignore – parlamentare europeo UDC passato al PDL

Carlo Sama il “delfino” di Raul Gardini e già coinvolto nelle indagini su “Tangentopoli”

Clicca qui per LaStampa.it e per Corriere.it




2 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Già davvero strano...

Spero sul serio che in internet questa lista di 415 farabutti esca fuori.....

Romina ha detto...

Sergio@ "Veneti e friulani, questi che hanno esportato i loro capitali (chissà come li hanno guadagnati) che, magari si ritengono superiori agli altri, ai napoletani, quelli che sono pieni di “mondezza”!"

Hai scritto una grande verità, dura e scomoda, ma reale.