domenica 25 ottobre 2009

Primarie

Non sono un iscritto, ma, questa mattina, sono andato a votare per le primarie del PD e questo perché ritengo sia giusto partecipare.
Secondo me chi non partecipa, chi non s'interessa alla vita politica ( e chi s'interessa non significa che sia un politico), chi, come si dice in una parola, se ne ... frega, non ha neppure il diritto di brontolare.
Detto questo, devo dire che sono rimasto molto meravigliato della partecipazione e, soprattutto di quella femminile.
Per votare mi sono messo nella fila degli uomini ed ho aspettato circa venti minuti; la coda delle donne era lunga più del doppio.
Non resta che attendere i risultati.

  


6 commenti:

Toni ha detto...

Bravo Sergio!
Per chiunque tu abbia votato, hai incrementato quel numero di persone ,che avrà il diritto di protestare. Io purtroppo, per le ragiioni che conosci, non ci sono andato. Perciò il tuo voto mi conforta.

Sergio ha detto...

Chiarisco che non sono andato a votare solo per poter brontolare, ma che ritengo utile e necessaria la partecipazione di tutti. Non bisogna delegare.

sirio ha detto...

Al di là del risultato, la partecipazione che c'è stata ad un evento come questo, è una risposta a che pretende di essere il padrone d'Italia.
Questo è uno dei motivi per cui sono andato pure io!

Un caro saluto.

Sergio ha detto...

"Ai seggi si scopre che c'è un'armata di nonni-elettori".
Questo è il titolo di un articolo di Corriere.it (clicca qui ).

Bene! Vuol dire che saranno ancora i nonni a salvare l'Italia!

Romina ha detto...

La democrazia è partecipazione. Penso che questo sia anche il segnale che una certa parte d'italiani vorrebbe un cambiamento.

C'è però un problema di fondo: tocca al Pd rendersi credibile e operare in maniera adeguata, evitando errori grossolani.

Sergio ha detto...

@Romina: hai ragione. Se questa volta il PD sbaglia, ... addio speranze! Ci ritroveremo mister B., poi i suoi figli ed i suoi nipoti a governarci ... "in secula seculorum"!