venerdì 3 giugno 2011

Il batterio "killer" e gli "apprendisti stregoni".

Leggo a questo link che il batterio cosiddetto "killer" è stato oggetto di modifiche genetiche in laboratorio e tutto ciò perché lo stesso trasforma, in percentuale maggiore, un "brodo di coltura" da biomasse in butanolo e, quindi, in combustibile.
Allora mi viene un dubbio, ovviamente tutto da verificare: se qualcosa fosse sfuggito a questi apprendisti stregoni? 

2 commenti:

Toni ha detto...

Non sarebbe la prima volta che a scienziati americani, russi, cinesi ed ora anche tedeschi,che esperimenti segretissimi vengono "scoperchiati" per caso. Sempre però ci scappa il morto. . . peggio. . . i morti. Con "gli esperimenti" di Hiroshyma e Nagasaki i morti furono centinaia di migliaia.
DAVVERO LA SCIENZA PRETENDE QUESTI SACRIFICI?

sirio ha detto...

Personalmente credo che ciò che avviene nei laboratori di genetica sia in buona parte "top secret", quindi soggetto a controlli severissimi. Per questo escludo una svista, mentre non escludo un possibile risvolto di natura meramente economica...con buona pace della salute pubblica!
Che vergogna...