domenica 31 dicembre 2006

"Post" di fine anno

È la fine dell’anno e, quindi, è anche tempo di bilanci. Ovviamente, non parlo di bilanci societari (non faccio parte d’alcun CdA), ma di quelli personali e non economici.

Considerato che sono nel “blog”, mi appresto a fare un bilancio su quanto scritto in quest’anno.

Inizio con il numero dei post, 94 con questo. Ma non è importante il numero, che si può trovare anche nella colonna a fianco, suddiviso per mese.

Credo, come prima osservazione, di aver rispettato il titolo del mio “blog”: “Di tutto”; infatti, ho scritto un po’ di tutto, dalla politica ai pensieri personali, da Venezia al paesino di Raveo, dall’esperienze con il Coro Marmolada ad “attacchi” contro l’attuale informazione, da Montalto Marche al Brasile ed ho anche scritto su qualche libro.

A proposito di libri, visto che registro in un “database” autori, titoli e commenti, dovrò fare un bilancio anche sui libri letti nel 2006, ma non lo pubblicherò sul “blog”.

Tornando all’argomento, per quanto riguarda i “miei” lettori, sono a conoscenza che non tutti immettono commenti e, quindi, non so quanti siano stati effettivamente; lo so che potrei mettere un contatore, ma, sinceramente, non m’interessa. I commentatori sono, di solito, gli stessi: qualche mio amico, ma anche persone che conosco solo per mezzo della rete e dei quali visito i rispettivi “blog”, lasciando, a mia volta, qualche commento. Ogni tanto entra qualche “anonimo" che contesta, anche in maniera plateale, quanto da me esposto: il più delle volte si tratta di un "leghista”, che, ingenuamente, si meraviglia della mia feroce contestazione a questo movimento, ai suoi capi, che ritengo estremamente rozzi, alla “padania” (rigorosamente in minuscolo) ed ai padani.

Venezia, come sapete, è la mia città, luogo dove sono nato, cresciuto e, soprattutto, dove mi sono “infarcito” della sua cultura, della sua arte e del suo modo di vivere.

Come avrete capito, amo la mia città; ed è per questo che spesso mi “incavolo” nel vederla bistrattata dai suoi amministratori, ma anche dai suoi abitanti e dai turisti e, soprattutto da certe categorie economiche, o “lobbies”!

Uno degli argomenti che, soprattutto in quest’ultimo periodo, m’interessa è il mondo dell’informazione sia si tratti di carta stampata che di televisione. Non appartengo a questo mondo, ma, fin da ragazzo, sono stato e lo sono tuttora, un “consumatore” di notizie. Leggo e m’interesso di tutto, proprio come il titolo del mio “blog”, ma, spesso, non trovo “adeguato” quanto leggo. Trovo molta faciloneria, molta partigianeria ed anche molto pressappochismo! Colpa dei giornalisti, degli editori o di chi altro? Colpa dei politici o dei poteri economici?

Non lo so. Forse un po’ tutti fanno la loro parte. Sarà questo, senz’altro, un argomento sul quale mi propongo di tornare e che ho già trattato (vedi i quattro post: 1234) e che cercherò di approfondire.

Ho già scritto troppo, ed allora … BUON 2007 a tutti i miei lettori ed a tutti i “bloggisti”.

2 commenti:

Gigliana ha detto...

Ancora Auguri di Buon Anno, soprattutto di tanta serenità.
Ciao

maria ha detto...

Caro Sergio,

per quanto possa valere il mio giudizio...approvo il tuo blog! Se ami la tua città fai benissimo ad esternare il tuo disappunto quando ne senti l'esigenza!

FELICE 2007!!!