venerdì 5 gennaio 2007

W la Befana!

“La Befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte …”, questi i primi versi di una famosa ed antica filastrocca.

È ora di aggiornarla! Basta con la solita vecchietta! Ma chi la vuole più? Ormai è fuori tempo!

E poi, perché deve avere le scarpe rotte? Compriamole un paio di nuove; non vale la pena neppure cercare di accomodarle, tanto non si trovano calzolai o, se ne trovate uno, è talmente caro, che conviene lasciar correre ed acquistare un nuovo paio, magari con i tacchi a spillo!

Ma ve la immaginate, questa povera vecchietta, ormai stanca e un po’ bruttina, con quel naso adunco e con tutti quei bitorzoli sul viso, che si presenta, prendiamone uno a caso, … a Briatore! Lui, che se non è accompagnato da giovani e belle donne, non si fa vedere in giro. Cosa gli porterebbe? Ma del carbone, senz’altro, visto che è uno di coloro che tentano di non pagare le imposte. Lo ha affermato, ed era anche convinto di essere dalla parte giusta, in un’intervista all’Annunziata. Questa sì che è un po’ “befana”!

Prendiamo un altro con la “B”, sempre uno che invita a non pagare le imposte!

Al vederla gli si drizzerebbe l’impianto “tricologico”, oppure esclamerebbe: “Pussa via, mi fai saltare il “pace-maker”!” Forse preferirebbe trovarsi davanti … una “comunista”!

Per inciso, del famoso impianto sulla pelata c’è stato un precedente “virtuale”, per opera di un servizievole direttore di un suo settimanale, che, ritoccando una foto di copertina, gli ha regalato una capigliatura rigogliosa prima della realtà (vedi il n.20 di “Panorama” del 20.5.2003).

Ma torniamo alla Befana. Perché non sostituire la stanca vecchietta con … una “velina”, con una “letterina”, con una “miss” insomma? Alto là! E se poi si fa avanti qualche “miss nonna”? Lo sapete che, ormai, esistono i concorsi anche per quelle che hanno superato da un bel pezzo gli “anta” (e non mi riferisco ai quaranta).

No, meglio scendere, ovviamente con l’età, e magari sceglierne una un po’ “ben messa”, solo per simboleggiare la prosperità che ognuno desidera raggiungere, fosse vero, con i doni che arriveranno questa notte.

In ogni caso … auguri a tutte le “befane”!

6 commenti:

Gigliana ha detto...

Bene bene! Noto che desideri una Befana "ben messa"...chi potrebbe essere? E' solo una questione di gusti. Che ne dici di Michelle Pfeiffer? Non è più una ragazzina, ma è davvero deliziosa, ben più di tante veline, almeno secondo me.
A parte gli scherzi, buona Befana! Ma c'è qualcuno che ti porta i doni? Intanto speriamo nella Lotteria.

Sergio ha detto...

La Befana mi porterà solo carbone perché sono stato troppo cattivo con lei!

Toni ha detto...

Piuttosto che la maxibolletta del
gas, avrei preferito che la Befana mi avesse portato del carbone, anche se è un po' inqunante.
Alle mie quattro nipotine la cara vecchietta ha portato delle grosse calze. Avreste dovuto esserci alla loro apertura.
Lasciate dunque ai bambini la Befana ed inventate una festa per i nonni, magari con la "rappresentanza" della Chiabotto.

el granzio ha detto...

ma lasciamola stare, la befana, lasciamo che i bambini la pensino vecchia e bitorzoluta,tanto a loro importano soprattutto i regali gia l'idea di pensare a letterine, veline, e quant'altro mi sa tanto di omologazione ai valori correnti, e allora lasciamola stare la Befana!!

maria ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
maria ha detto...

Mi piace immaginarla vecchina con tante rughe...l'importante è che si ricordi di TUTTI i bambini, buoni e monelli ;-)